Pasqua 2020

Sì! Ricordo quella Pasqua del 2020

Raccontatela Giusta Pasqua 2020

🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️🕊️

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚
È quella in cui non ci siamo potuti
Abbracciare e Baciare.

Quella in cui si era atrofizzati e reclusi dalla paura.

Quella in cui eravamo soli.
Soli meno brillanti del solito.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui molti non hanno potuto dare l’ultimo saluto al proprio genitore, al proprio caro, al proprio amico.

Quella in cui le sofferenze, come le distanze, furono più percepite rispetto ad altre volte.

Quella in cui la Serenità, era Chimera di un lontano ricordo.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui nella separazione e nella solitudine, ci si divideva fisicamente e spiritualmente gli uni dagli altri.

Quella nella quale tutto ciò che era normale, regolare non era più.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella dei decreti, delle restrizioni, della crisi e dell’emergenza.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella delle liti e dell’ ignoranza.
Del “non devi uscire” e del “non hai capito niente”.

Quella dei dati da interpretare, quelli a cui credere e altri da non guardare.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui le Anime vibravano basse. In cui finalmente però, si potevano ascoltare.

Ricordo ancora quella Pasqua lì,
quella dei medici, infermieri, Oss, operatori sanitari eroi, come pure chi ci permetteva di fare la spesa.

Era quella del “non uscite” e del restare a casa.

Era quella in cui tutti credevano di star facendo la cosa migliore.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui anche chi non era cristiano o chi non credeva,
si sentì un po’ più vuoto, spoglio dei propri cari attorno.

È quella in cui la Primavera arrivò, in ritardo ma arrivò.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui il “passaggio” alla rinascita non fu colto appieno,
ma iniziò a farsi strada.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui cambiarono molti racconti. Alcuni sembrarono fermarsi, altri solamente rallentare.
Altri ancora accellerare verso una nuova Consapevolezza.

Ricordo quella Pasqua del 2🥚2🥚

È quella in cui la Semplice Felicità, soltanto per un attimo, sembrò allontanarsi, solo per ricordare quanto sia Necessità ❣️

✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨

PS: Non sono auguri. Sono condivisioni contestuali fatti col Cuore.
A prescindere di come ognuno di noi se la racconti, siamo Esseri Buffi in divenire, che comprendono solo parte di “ciò che è” .

Spesso quando si crede di non possederlo più!

Raccontiamocela Giusta 👍

Che la vostra Luce sia sempre più in Luce✨✨✨

Nofrius

A testa in giù

A TESTA IN GIU’

A TESTA IN GIU’

SONO SOLO UN TOPO CON LE ALI, CHE VIVE A TESTA IN GIU’, IN UNA GROTTA BUIA.

BUIA, COME LA VOSTRA VISUALE.

NON DATE COLPA A ME, PERCHE’ SONO BRUTTO E VI FACCIO PAURA.                                         ANCHE VOI ME NE FATE.

SOLTANTO VOI UMANI, SIETE COSI’ CONTENTI, DI UCCIDERVI TRA VOI, PER NULLA.

NON SONO STATO IO AD AVER DIFFUSO LA MORTE TRA VOI.

VEDO IL MONDO AL CONTRARIO. E NON SOLO PERCHE’ VIVO A TESTA IN GIU’.

VEDO ISTITUZIONI RELIGIOSE CHE PREDICANO POVERTA’ E VIVONO NEL LUSSO, NON AIUTANO I BISOGNOSI E NON SANNO COSA SIA LO SPIRITO.

VEDO GOVERNANTI INCOMPETENTI, AVIDI E BUGIARDI CHE PRENDONO IN GIRO LE IGNORANTI MASSE, SOLO PER FAVORIRE POTERI ANCORI PIU’ FORTI.

NON DATE COLPA A ME, PERCHE’ SONO BRUTTO

SONO SOLO UN TOPO CON LE ALI, CHE VIVE A TESTA IN GIU’

CAPTO LE VOSTRE BASSE VIBRAZIONI DI PAURA.

IL SANGUE IN TESTA DOVREBBE ANDARE A ME. NON A VOI.

PERCHE’ PENSATE CHE VIVERE SIA SEMPRE UN PROBLEMA?

VEDO IL MONDO AL CONTRARIO. E NON SOLO PERCHE’ VIVO A TESTA IN GIU’.

VEDO CHE NON AVETE IL BENCHE’ MINIMO RISPETTO PER MADRE TERRA.

VEDO CHE VI INTERESSA, SOLO CEMENTIFICARE OGNI SINGOLO CENTRIMETRO DI TERRENO, COSI’ CHE GLI UCCELLI NON POTRANNO PIU’ POSARSI SUGLI ALBERI.

VEDO CHE AVVELENATE LE ACQUE E I CIBI CHE NON SOLO VOI BEVETE.

VEDO CHE LASCIATE BRUCIARE, I POLMONI DI NOSTRA MADRE TERRA.

STATE PERO’ ATTENTI, E RESPIRATE ANCORA PER UN PO’, CHIUSI NELLA VOSTRE CASE ADESSO.

MA NON DATE COLPA A ME, PERCHE’ AVETE PAURA.

IN FONDO, SONO SOLO UN TOPO CON LE ALI, CHE VIVE A TESTA IN GIU’ AL CONTRARIO DI COME AVETE FATTO, RICORDATEVI, CHE LA VITA E LA SALUTE, NON VALGONO MENO DI MADRE NATURA, E CHE SIETE SOLO COINQUILINI PASSEGGERI, DI QUESTO MAGNIFICO UNIVERSO.

I 5 principi fondamentali del Reiki

I 5 principi fondamentali del Reiki

Il dottor Mikao Usui, scopritore e inventore del Reiki a inizio del ‘900, credeva che chi praticava Reiki e imparava così a trasferire l’energia per la guarigione delle altre persone, dovesse avere prima di tutto la giusta cura e attenzione per la propria salute e benessere. Ha ideato quindi 5 principi che ha insegnato ai suoi studenti come il miglior modo per affrontare la vita di tutti i giorni.

Eccoli qui descritti, potete ripeterli al mattino e alla sera come buona pratica di rilassamento e meditazione.

1. Solo per oggi, non essere arrabbiato

rabbia reiki bambino bambina

La rabbia verso sé stessi o quella proiettata negli altri e nel mondo è una fonte di continuo dispendio di energia se non è compresa al meglio. E’ il più complesso nemico interno quando diventa un blocco che non riusciamo a sfogare o quando è il modo con cui ci relazioniamo più di frequente. Osservarci con amorevolezza e scegliere di non cadere nel tranello della rabbia, è una pratica quotidiana di osservazione e cura di sé. La rabbia va compresa e accettata e a volte anche espressa in varie forme. Questo dovrà servire a capire cosa si nasconde davvero dietro di essa e aprire le porte delle nostre emozioni più intime.

Il Reiki è un ottimo strumento per andare a sciogliere rabbia inespressa che nel corso delle nostre esperienze si è accumulata ed acquietare gli impusli distruttivi di cui a volte siamo vittime.

2. Solo per oggi, non ti preoccupare

nessuna preoccupazione smile

Mentre con la rabbia stiamo a guardare continuamente ad eventi passati o presenti, la preoccupazione si occupa di eventi futuri che devono ancora accadere. Anche se la preoccupazione non è sempre un fenomeno negativo, infinite preoccupazioni possono riempire la testa e ognuna di queste provoca inutili ferite e pesantezze al proprio corpo e alla propria anima. Pensare agli eventi futuri prima che questi accadano, caricandoli di ansia o di aspettative è molto rischioso e porta solo a perdersi nel labirinto della mente. La strada per il benessere si trova nel quì e ora e nella paziente fiducia che le cose accadono per un precisato motivo.

“Cambia quello che puoi cambiare, ma accetta quello che non puoi cambiare”

Con i trattamenti Reiki si può ritrovare fiducia e senso nella vita. Sentendoci partecipi di un Tutto armonico, anche le preoccuapazioni pian piano svaniscono e si inizia a vivere nel mondo con maggior gioia e serenità.

3. Solo per oggi, sii grato

Grazie uomo

La gratitudine è un sentimento che nasce da dentro, come un fiore che sboccia dal proprio cuore. Cose semplici come dire grazie, oppure mi dispiace, donare un sorriso e buone parole, migliorano la propria qualità di vita ed attirano gioia e abbondanza. Ciò che siamo dentro si riflette anche verso l’esterno. Rendiamoci conto di ciò che già abbiamo con gratitudine per poter crescere e continuare ad avere dalla vita tutto ciò che giustamente meritiamo.

4. Solo per oggi, sii onesto e agisci con impegno

lavorare con impegno famiglia

Sostieni te e la tua famiglia in modo rispettabile e dignitoso, senza danneggiare gli altri. Guadagnarsi da vivere in tutto rispetto di sé stessi e del proprio ambiente ci rende persone onorevoli ed è la prerogativa per rapporti sani e fruttuosi. Questo vuol dire anche fare qualcosa che davvero ci piace, essere contenti di ogni attimo di tempo che spendiamo, senza perderci in inutili lamentele. Se qualcosa non va, comprendiamo cosa la vita ci vuole insegnare e alziamo lo sguardo cercando nuove strade e opportunità.

5. Solo per oggi, onora ogni essere vivente

onora esseri viventi mano natura

Onorare tutti gli esseri viventi significa riconoscerli per quello che sono. Così possiamo comprendere che tutti fanno parte dell’esistenza e siamo uniti gli uni agli altri in uno stesso cammino di crescita. Non è un dogma, ma un modo di vedere e vivere l’esistenza per sentirsi parte della grande famiglia della vita: minerali, piante e animali coabitano e vivono insieme agli esseri umani in armonia. Se rispettiamo questo potremmo stare meglio anche con noi stessi, perché sapremo che qualunque cosa accada, la vita ci vuole bene e ci protegge.

5 principi reiki -significato e spiegazione

Articolo di Luca Carli.